Il boom della Social tv

Smartphone come telecomandi. 

Ultimamente stiamo assistendo ad un vero boom della Social TV, una nuova abitudine che consiste nell’interazione durante lo svolgimento di un programma televisivo. E’ ormai nota, infatti, la pratica del second screen: cioè l’utilizzo di un tablet, o uno smartphone, stando comodamente seduti sul divano.

Uno spiraglio di luce per la Televisone che, con l’avvento dei social media, sembrava aver perso lo splendore di un tempo.

I social rappresentano, quindi, uno strumento in grado di valorizzare anche i contenuti televisivi, diventando “teatro” di discussioni tra milioni di persone che vivono in maniera diversa l’esperienza di visione.

Secondo i dati emersi da Nielsen Social Content Ratings del 2018, la social TV coinvolge oltre 6 milioni di utenti in Italia, ma la platea si amplia in maniera significativa coinvolgendo 27 milioni di persone, se consideriamo anche coloro che dichiarano di leggere senza scrivere.

Questo inaspettato binomio tra televisione e tecnologia, sta generando nuove opportunità nel campo della comunicazione e del marketing. Proprio per questo motivo, sono in molti ad aver puntato sulla Social TV (in occasioni molto diverse fra loro).

Vediamo insieme qualche esempio!

Shazam: Brit Awards e Vodafone 

La nota compagnia inglese Shazam, divenuta celebre per il servizio di identificazione musicale, ha deciso di espandere l’applicazione ai settori della pubblicità e dei contenuti televisivi. Per esempio, durante i Brit Awards in Inghilterra, gli utenti avevano la possibilità di scaricare le canzoni degli artisti che si esibivano sul palco e di visualizzarne le bibliografie.

“Illimitatamenteeeeee”

In Italia, in seguito al successo ottenuto a Sanremo con la hit “Illimitatamente” (2013) cantata dal testimonial Vodafone Pino il Pinguino (doppiato da Elio e le Storie Tese), è stato lanciato dalla compagnia telefonica un nuovo spot in versione estesa da 90 secondi e, con il contributo di Shazam, era possibile scaricare sullo smartphone il video del backstage con contenuti extra.

The Voice of Italy (2019)

“Ok Google”. La parola d’ordine di questa edizione di “The Voice of Italy”, talent-show musicale di Rai2. Grande protagonista di quest’anno l’Assistente Google che, nel corso di ogni puntata, risponderà alle tante curiosità degli spettatori su concorrenti in gara, canzoni, e il mondo della musica in generale.

Notte da…selfie!

Un selfie che è entrato nella storia. Sto parlando di quello scattato la notte degli Oscar del 2o14 da Ellen DeGeneres, che ha raggiunto oltre 3 milioni di condivisioni e 2 milioni di like.

Una “semplice foto” che ha avuto un impatto mediatico devastante, tanto da essere inclusa dal settimanale Time tra “le 100 foto che hanno cambiato la storia“. Un successo reso possibile (oltre che dai soggetti) grazie ai social media che lo hanno reso celebre e virale in brevissimo tempo. 

La Social TV  ha permesso al tradizionale televisore di “evolversi” da statico diffusore di informazioni a senso unico a strumento in grado di garantire una comunicazione bidirezionale con gli spettatori, ormai “partecipanti attivi”, in grado di giudicare la qualità dei contenuti e di interagire con essi.

Al prossimo articolo!

Photo: di dawfu di Free Photos
Ilaria Bianconi

Author Ilaria Bianconi

"Il marketing non è più questione di ciò che sai produrre, ma della storia che sai raccontare". Come non essere d'accordo? E'così che ho iniziato la mia avventura, occupandomi di web writing e di social media marketing.

More posts by Ilaria Bianconi

Leave a Reply