Pianeta social media

INFLUENCERS VS COVID-19

By 6 Novembre 2020 No Comments

Sensibilizzare la popolazione alle norme anti Covid è diventata la sfida più grande le Autorità. Regione Lombardia ci prova, coinvolgendo Ibrahimović come testimonial per la loro campagna. Il giocatore numero uno del Milan è stato contagiato e una volta guarito sensibilizza i cittadini con queste parole: “Il virus mi ha sfidato e io ho vinto. Ma tu non sei Zlatan, non sfidare il virus. Usa la testa, rispetta le regole, distanziamento e mascherina, sempre. Vinciamo noi”.

Una bella trovata quella della Regione, sicuramente in linea con quella che il Presidente del Consiglio Conte ha pensato per il resto della Nazione. Ha infatti contattato la coppia più seguita d’Italia, i #Ferragnez, per sensibilizzare i più giovani sull’importanza della mascherina. Chiara Ferragni e Fedez, seguiti da quasi 33mln di persone, hanno lanciato un messaggio chiaro e preciso ai loro followers: “Indossare la mascherina è un piccolo gesto che può fare la differenza. Evitiamo insieme lo scenario peggiore”.

meteoweb.it e ilfattoquotidiano.it

Non tutti, però, hanno apprezzato l’idea, coprendo di polemiche sia il Presidente che i due influencers, criticando il fatto che “nel 2020 è impensabile affidarsi a due nullafacenti come questi due ricconi, per tematiche così delicate”. Tralasciando il fatto che la coppia può piacere o no, siamo sicuri che Giuseppe Conte abbia inventato un metodo nuovo al 100%?

No, poiché basta ricordare la vaccinazione in diretta tv di Elvis Presley, datata1965: anche grazie a lui, che accettò di promuovere la campagna contro la poliomielite, in 10 anni questa malattia passò da 58.000 casi a 910 negli USA.

focus.it

Non notate anche voi delle similitudini?

È vero, non si può paragonare Fedez e Presley, ma perché non sfruttarlo per lanciare messaggi importanti come questo? Dobbiamo ricordare che questa mossa, come quella di coinvolgere Elvis all’epoca, è stata fatta per i giovani e si sa, televisione e telegiornali non vanno più a catturare la loro attenzione come i social network. Ecco quindi spiegata la scelta di Conte di affidarsi a i due “ricconi”.

 

In conclusione penso che non sia una novità che le figure pubbliche influiscano sul sentire comune e non è un caso, se in occasione di eventi che meritano l’attenzione collettiva, i vip del momento siano coinvolti dalle autorità per sensibilizzare ampie fasce della popolazione su tematiche importanti, proprio in nome dell’influenza che esercitano.

Sicuramente non sarà questo a risolvere il problema, ma come in altri campi è giusto sfruttare il ruolo dei social media anche per queste attività.

 

E tu che cosa ne pensi? Hai apprezzato il gesto di Conte? Raccontaci la tua reazione nei commenti:)

Redazione

Author Redazione

More posts by Redazione

Leave a Reply