Pianeta social media

I FONT: RILEVANZA IN UN MARCHIO

By 25 Luglio 2020 No Comments

Secondo la definizione di Wikipedia il font è: “un insieme di caratteri tipografici caratterizzati e accomunati da un certo stile grafico, che compongono una scritta.”

Se è vero che tutte le attività che si rispettino hanno bisogno di un simbolo che le contraddistingua – che sia un’insegna o un logo vero e proprio – lo è altrettanto che anche le parole giocano un ruolo importante, sia per cosa esprimono, sia per come vengono scritte. Il font, in sostanza, deve rispecchiare il carattere del brand.

I font si distinguo in sei grandi categorie:

Serif

Sono tutti quei caratteri con grazie. Sono ben bilanciati, grazie alle sporgenze che hanno e semplificano la lettura.

Trasmettono un senso di affidabilità e rispetto, permettono di instaurare un rapporto di fiducia con chi legge, in modo che l’utente si senta in mani sicure, di qualcuno stabile e rispettabile.

Comunicano classicità e serietà e danno un tocco di tradizione. In certi casi e contesti può, a mio parere, essere percepito come uno stile “vecchio”.

Sans-serif

Sono i caratteri senza grazie. Sono semplici, senza prolungamenti. Il messaggio sarà quindi percepito con chiarezza e semplicità, senza creare confusione in chi legge.

Conferiscono un look meno formale e hanno un’aria più moderna e innovativa.

Script

Sono i caratteri che simulano la scrittura a mano, per questo spesso accostati a dei messaggi d’affetto. Hanno dei lineamenti morbidi e di classe e grazie a questo ispireranno al lettore un senso di eleganza e cordialità.

Danno l’idea di informalità e genuinità.

Display

Sono i caratteri che sono in grado di attirare facilmente l’attenzione del lettore. Solitamente è un font che viene disegnato e utilizzato per essere divertenti e amichevoli, richiamando così la curiosità delle persone. Se non utilizzato nel giusto ambito potrebbe però far passare chi scrive come una persona buffa.

Moderni

Sono i caratteri enfatici, dal taglio eccentrico. Hanno una forte valenza estetica e comunicativa. Questo tipo di font viene percepito dal pubblico come cool e alla moda, futuristico e intelligente.

Chi utilizza questo tipo di font dà la percezione di essere una persona al passo coi tempi.

Decorativi

Sono i caratteri che trasmettono uno stile contemporaneo. Possono definirsi un aggiornamento dei Sans-Serif. Esistono vari tipi di font decorativi, ognuno dei quali può trasmettere emozioni diverse, per questo si possono definire unici nel loro genere.

 

Ognuno, in base ai suoi gusti, sceglie il font che più gli piace. Ci sono però delle piccole accortezze da rispettare per avere un visual che funzioni al massimo.

Ciò che devi tenere in considerazione è che ogni carattere, per dimensione e forma, comunica qualcosa.

Ad esempio, i font rotondi vengono percepiti come più amichevoli, come per esempio quello della Disney.

 

 

Quelli con linee diritte e angoli comunicano più eleganza e rispettabilità, come ad esempio quello di Chanel.

 

 

 

In conclusione, una volta che hai individuato il messaggio che la tua attività vuole comunicare, la famiglia di font da scegliere deve rispecchiare questa sfera di valori.

Ti consiglio tante prove grafiche e qualcuno di fiducia su cui appoggiarti!

Scrivici a commerciale@wesocial.it o chiamaci al 33703662102

Redazione

Author Redazione

More posts by Redazione

Leave a Reply