Pianeta social media

Cosa fa un Social Media Manager?

By 14 Maggio 2015 No Comments
Cosa fa un Social Media Manager?

Cosa fa un Social Media Manager? Bella domanda.

Uno di quegli interrogativi che oggi le persone ci pongono frequentemente, spesso con tono scettico e  con una buona dose di superficialità.

Infatti, si tende ad etichettare questa figura professionale nella categoria degli “smanettoni”, ovvero persone che, generalmente per hobby, sanno utilizzare il computer con una certa abilità. Arrivato alla fine del post converrai con me che non è affatto così!

Proprio per questo motivo, nei mesi scorsi sugli account social di WeSocial.it, il mio team ed io abbiamo pubblicato una serie di meme dal titolo “Cosa fa un social media manager?” raffiguranti due simpatiche signore che in un momento di vita quotidiana si ritrovano in piazza a fare quattro chiacchiere  su questo apparentemente ostico argomento. (guarda qui la serie completa). Lo scopo di questi meme era quello di far capire, in modo semplice, senza paroloni ne tecnicismi, cosa fa un social media manager, quali sono i compiti che svolge ogni giorno e perché è importante che le aziende si rivolgano a dei professionisti, e non ai nipoti tuttofare, per mettere in atto strategie di social media marketing.

Questo post nasce da un suggerimento che mi hanno dato alcuni amici del web, rimasti colpiti dall’idea di questa serie di meme, consigliandomi così di creare una sorta di contenitore dove racchiuderli tutti. Come potrai vedere ho accolto più che volentieri il suggerimento!

Bene, ora è arrivato il momento di vedere cosa fa un social media manager!

 

#1 Progetta una strategia mirata a rafforzare la tua identità sui social network

Il social media marketing per essere efficace ha bisogno di un piano strategico finalizzato alla costruzione e al rafforzamento dell’immagine dell’azienda sui social network. Per creare un luogo di conversazione che diventi un punto di riferimento per gli utenti e che porti l’azienda ad aumentare il proprio prestigio occorre pianificare tutto fin nei minimi dettagli.

Per raggiungere risultati soddisfacenti serve però tempo, esperienza e soprattutto saper fare un’accurata analisi di mercato. Per questo diventa indispensabile la presenza di un professionista che sappia sempre tenersi aggiornato, che intercetti i trend di mercato e che conosca le peculiarità dei canali di comunicazione.

#2 Crea contenuti originali stimolando gli utenti ad interagire con te

Il ruolo di un community manager all’interno dell’azienda è anche quello di creare contenuti interessanti ed originali che siano in grado di stimolare le interazioni, tenendo conto delle regole della scrittura per il web. Dovrà comprendere quali contenuti hanno ottenuto maggior successo e quali meno per il pubblico di riferimento e lavorare per migliorarli, adottando piccoli accorgimenti che possano rendere il contenuto unico e migliore di altri. Inoltre è importante creare un piano editoriale, per poter presentare al meglio i contenuti sui canali social e rimanere concentrato sugli obiettivi che si intendono raggiungere.

#3 Intercetta i trend online e li sfrutta a favore del tuo brand

Un buon social media manager deve essere in grado di rispondere in maniera tempestiva ai veloci cambiamenti cui le piattaforme di comunicazione sono frequentemente soggette. Facebook, ad esempio, cambia continuamente il proprio algoritmo, ossia il modo in cui decide quanti e quali contenuti mostrare e a chi. Ciò comporta una costante riprogettazione della strategia di comunicazione, affinché questa mantenga la sua efficacia. È necessario l’intervento di un esperto che sia in grado di interpretare questi cambiamenti e sfruttarli a vantaggio dell’azienda.

#4 Gestisce i rapporti con gli utenti con costanza e dedizione

Un fattore determinante del social media marketing è la gestione dei rapporti con i propri utenti. Per mantenere vive le relazioni tra le persone e il Brand servono tempo, costanza ed un impegno che, nella maggior parte dei casi, un imprenditore da solo non riesce a conciliare con le innumerevoli attività che lo coinvolgono. Solo un buon community manager sarà in grado di coinvolgere e rispondere agli utenti, intercettando le esigenze e le richieste provenienti dalla community che, con tempo e dedizione, esso stesso avrà costruito attorno al Brand.

#5 Utilizza correttamente gli strumenti di analisi messi a disposizione dai social network

Grazie agli strumenti di analisi dei social media è possibile stabilire dei parametri attraverso cui giudicare l’andamento delle attività online dell’azienda. Ad ogni azione del brand corrisponde una reazione degli utenti. Per questo motivo è necessaria la presenza di un esperto che analizzi i dati e che sappia utilizzare gli strumenti di monitoraggio messi a disposizione dalle piattaforme social, al fine di verificare l’efficacia della strategia di comunicazione in atto e programmare le successive azioni da intraprendere.

Cosa fa un Social Media Manager?

EPISODIO 6

 Ora ti è più chiaro il ruolo del social media manager?

Non credi che anche la tua attività dovrebbe averne uno? Cosa aspetti a contattarci? Il nostro aiuto potrà esserti utile per far crescere il tuo business e conquistare nuovi potenziali clienti.

 

Matteo Bruni

Author Matteo Bruni

Content Editor/Social Media Analyst. Laureato in Programmazione e Gestione delle Politiche Pubbliche, mi occupo della pianificazione di contenuti editoriali, (avvalendomi di tecniche di storytelling, strumenti di analisi e programmazione), con particolare attenzione alla gestione delle community mediante campagne Advertising e Adwords mirate alle esigenze del cliente.

More posts by Matteo Bruni

Leave a Reply