Il Natale del Social Media Manager

14 Dic 2015
by Carlos Bellini
arnold_schwarzenegger_natale

CANTO DI NATALE

Le luci sono accese e mi bruciano un po’ gli occhi. Micheal Bublé canta da stamattina, ma peggio ancora è il mio amico che canta Micheal Bublé da ieri sera.

Il Panettone passa e ripassa in tv, al punto che ormai aspetto soltanto di sentir dire che il Natale quest’anno – ed in esclusiva per i prossimi tre anni – ce l’hanno solo quelli di Mediaset Premium.

Maledico Pozzetto che da bambino mi ha fatto credere che “Il Natale quando arriva arriva”, perché non è affatto vero. Il Natale arriva puntale. Oh, se arriva puntale.

Per un Social Media Manager e specie affini, ad esempio, il periodo più gioioso dell’anno inizia a Novembre, con il tradizionale briefing con il cliente. In questo caso dolci, dolcetti e scambi di regali, non c’entrano nulla. Ahimé.

I bambini in strada corrono con i loro lavoretti di pasta di pane in mano e gli zainetti colorati che sobbalzano alle loro spalle. Giurerei di aver sentito al semaforo un clacson che suonava Jingle Bells.

In tutto questo, io sto facendo il Piano Editoriale.

AND SO THIS IS CHRISTMAS

Per gli amanti dei numeri: poniamo il caso di un PED settimanale (Piano Editoriale) per Facebook, con un post al giorno. Abbiamo 7 post a settimana. 53 settimane l’anno, fanno 371 post annui. Poniamo il caso che, ovviamente, alcuni contenuti – come infografiche o meme – vanno creati da zero, e che poi, certamente, ci sono i vari adattamenti da fare per rendere il contenuto idoneo e spendibile sulle diverse piattaforme social. (Perché noi non utilizziamo IFTTT per tutti i social e tutti i brand, sparando nell’etere sempre il medesimo contenuto a ruota, giusto?Ecco, bravi. Scusate le lievissima nota polemica, ma è Natale.) In questo caso, arriviamo tranquillamente almeno a 400 contenuti l’anno. Ora ipotizziamo di gestire – speriamo, lo spera soprattutto il padrone di casa – almeno… 4, 5 Brand?

400x 5 = 2000

E qui viene il bello.

Fai due passi nel web e ti ritrovi circondato da post che esortano i giovani e rampanti socialcosi a partorire genialità.

E nella mia mente parte in automatico la proiezione in 3D di “Velatissimo”.

“Siate originali”, “Distinguetevi dalla massa”.

ALL I WANT FOR CHRISTMAS IS YOU

Gli americani dicono “Are you kidding me?” che rende benissimo l’idea.

È Natale, ci sono miliardi di Brand al mondo, centinaia di migliaia dei quali con budget mille volte superiore ai nostri, ma a Natale dobbiamo essere creativi e originali. Distinguerci dalla massa, far vivere al nostro pubblico di riferimento un’esperienza unica, emozionarli.

 Vabbé. Certo…

“Velatissimo… il collant morbidissimo!” No eh?

STILLE NACHT

Scende la sera ed io sono ancora qui con il mio Piano pieno di palline e lustrini. Faccio un po’ di benchmarking qua e là (lo chiamo così quando voglio giustificare il mio cazzeggio su Facebook). Scorro il flow e palline e lustrini sono un po’ ovunque. Meno male. Se non altro in riunione potrò dire che abbiamo cavalcato il trend del momento.

Ho un po’ di sonno. Spengo.

Ho chiaramente voluto scherzare, portando anche all’estremo qualche situazione, ma vi assicuro che la base di partenza è reale. Tornando un attimo seri, direi che non esiste una formula perfetta per un piano editoriale natalizio. D’altro canto, un social media manager che si rispetti, non dovrebbe neanche affannarsi così tanto per stupire tutti a Dicembre (periodo di riconferme). Il rapporto con il pubblico dura tutto l’anno e ricordarsi di quanto siano importanti i consumatori per il brand solamente a Natale, fa tanto mentalità vecchio stampo. La cosa più saggia e sensata da fare è mantenere il tone of voice che si usa sempre. In fondo si parla sempre di rapporti umani, seppur mediati da mezzi tecnologici. Per cui, non è con qualche bel post smielato che si recupera un rapporto incrinato o si conquista la fiducia di chi per tutto il resto dell’anno ti guarda con diffidenza e distacco. È come con i regali, più grandi sono, più grande è probabilmente la mancanza che dobbiamo farci perdonare.

Grazie per aver scherzato insieme a me, che sia un 2016 ricco di soddisfazioni, sempre con l’umiltà di non prenderci mai troppo sul serio.

Buon Natale.

 

Social Media Strategist/Sales Account. Elaboro e realizzo strategie di marketing e comunicazione. Guido le aziende e le piccole attività alla scoperta delle opportunità del social media marketing. Creativo e razionale quanto basta per prendere le decisioni giuste al momento giusto. Leadership, passione, voglia di vincere.

One comment:

  • bla bla blogger e… Buon Natale! – Social-Evolution di Paola Chiesa on 24 dicembre 2015 at 10:48 Rispondi

    […] Il Natale del Social Media Manager. di Carlos Bellini […]

Leave a Comment:

* - required fields

© wesocial.it 2014 | P.I. 03346770542